SPEDIZIONI LOW COST: ITALIA 6,50 € - GRATUITA in EUROPA (zona1) per ordini superiori a 150,00€

La storia di Don Bosco

by admin 23/01/2019 0 Commenti Santi e Beati,

Il Santo dei Ragazzi

Don Bosco nacque il 16 agosto 1815 a Becchi, una frazione di Castelnuovo d’Asti, e rimase orfano di padre in giovanissima età: la sua infanzia fu difficile e povera, ma gli fu comunque data la possibilità di studiare, accedendo alla scuola di un paese vicino grazie all’intercessione della sorella della madre, che lavorava lì.

 

Fin da giovanissimo manifestò l’intenzione di entrare in seminario e diventare sacerdote, forse spinto da un “sogno premonitore” che aveva avuto all’età di soli nove anni, nel quale gli erano apparsi Cristo e la Madonna che gli avevano indicato la strada da percorrere.

Per mantenersi agli studi lavorò costantemente, svolgendo qualsiasi tipo di professione: garzone, cameriere, e molto altro, finché non venne ordinato sacerdote nel 1841.

 

Ma la ragione per cui Don Bosco è maggiormente famoso al giorno d’oggi è il rapporto privilegiato che intrattenne sempre con i ragazzi: fin da subito, scendendo nelle strade di Torino, si rese conto delle condizioni di disagio sociale in cui si trovavano molti giovani e bambini, molti dei quali erano costretti a lavorare fin da piccoli.

Don Bosco non solo si adoperò per far loro ottenere delle condizioni di lavoro più giuste, firmando i primi “contratti sindacali” (che all’epoca non esistevano quasi), ma intervenne anche per cercare di insegnare un mestiere e reinserire nella società tutti quei ragazzi che erano finiti in carcere.

Il santo viene ricordato il 31 gennaio, anniversario della sua morte nel 1888.

 

Commenta