SPEDIZIONI LOW COST: ITALIA 6,50 € - GRATUITA in EUROPA (zona1) per ordini superiori a 150,00€

Chi-Rho, il monogramma Cristiano

by admin 17/05/2019 0 Commenti Santi e Beati,

In Hoc Signo Vinces

 

 

Il Simbolo noto come Monogramma Cristiano, o semplicemente Chi-Rho, appare su moltissimi arredi e paramenti sacri che i fedeli vedono spesso in chiesa. Ma quali sono le origini di questo simbolo, e che cosa rappresenta?

 

Innanzitutto, sorprenderà molti scoprire che il simbolo esisteva già in tempi pre-cristiani, e veniva utilizzato a margine di un testo per marcare un paragrafo particolarmente importante: in questa funzione, infatti, rappresentava l’abbreviazione della parola greca χρηστόν (chrestòn, buono). Durante il regno dei Tolomei in Egitto, inoltre, la stessa abbreviazione compare sulle monete in bronzo coniate durante il regno di Tolomeo III Evergete.

 

Per i Cristiani, tuttavia, il monogramma rappresenta le prime due lettere di Cristo in Greco ΧΡΙΣΤΟΣ (Christos), termine che traduce l’ebraico “Messia”, ovvero “L’unto”.  Spesso è accompagnato dalle lettere Alpha (A) e Omega (Ω), in riferimento alla citazione dall’Apocalisse (22:13) in cui Gesù dice: “Io sono l’Alpha e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine”.

Il simbolo si trova frequentemente nelle catacombe dei primi Cristiani.

 

La leggenda narra inoltre che nel 312 d.C., Costantino, prossimo a condurre il suo esercito nella famosa battaglia di Ponte Milvio che lo avrebbe portato a divenire imperatore di Roma, nonostante fosse un pagano iniziò a pregare per l’esito della battaglia rivolgendosi al “dio Supremo”. E nel cielo comparve un simbolo, appunto il Chi-Rho, e la famosa frase “In hoc signo vinces” (vincerai con questo simbolo).

Costantino ordinò che il monogramma venisse inciso sugli scudi dei suoi soldati, e vinse la battaglia.

Successivamente, grazie a questo episodio, il neo imperatore si convertì al cristianesimo.

Commenta